Dove comprare cannabis light? Le strategie migliori.

Dove comprare cannabis light? Le strategie migliori.

Comprare Cannabis Light può spesso essere un problema, sia nelle grandi città che, soprattutto, nei piccoli paesi. Anche se i negozi sono diffusi sul territorio, e le nuove aperture non si fermano, è difficile essere sicuri della qualità del prodotto acquistato, perché questo può essere alterato per rientrare nella normativa vigente, oppure essere semplicemente di scarsa qualità. Vediamo quindi quali sono le modalità più comuni, dalla migliore alla peggiore.

1. La cosa migliore: acquistare direttamente dal produttore

Se conosciamo qualcuno che produce cannabis light e vende online, anche a parità di costo, rivolgersi al produttore è sicuramente la scelta migliore, sotto diversi aspetti. Vediamo i principali:

  • Acquistando dal produttore, si sceglie la filiera corta: ci sono meno passaggi, meno intermediari. Si è più sicuri delle modalità di trasporto e conservazione del prodotto, perché la cannabis light o l’olio CBD che stiamo acquistando è stato verosimilmente solo nel luogo di produzione e di stoccaggio.
  • Acquistando dal produttore, si sceglie un prodotto sicuro: quando acquisti dal produttore, sei più sicuro di quello che stai acquistando perché conosci direttamente chi l’ha coltivato, e come. Se si tratta di un’azienda biologica, questa avrà utilizzato la stessa cura messa nei propri prodotti anche per coltivare la cannabis, se non maggiore: la cannabis sativa è una pianta straordinaria che ha bisogno delle giuste potature per crescere rigogliosa!
  • Acquistando dal produttore, si acquista ad un prezzo giusto: la cannabis light è un prodotto che negli anni è stato oggetto di forte speculazione. Inizialmente c’era un buon guadagno per tutti, mentre con il tempo il margine del produttore si è eccessivamente ristretto, per colpa di un mercato non regolamentato dove prodotti esteri di scarsa qualità esercitavano una concorrenza sleale. Se acquisti dal produttore, riconosci il giusto compenso per aver coltivato una pianta splendida, ed allo stesso tempo risparmi!
  • Acquistando dal produttore, produci ricchezza sul territorio: solo acquistando dal produttore sei sicuro della provenienza della cannabis light. In questo modo hai la certezza che il tuo denaro produrrà ricchezza direttamente sul territorio, e non andrà all’estero, perché non si tratta di cannabis d’importazione.

Se non conosci direttamente qualcuno, puoi sempre acquistare online da produttori affidabili, come Cannapa: dai uno sguardo ai nostri sacchi d’erba, partono da 5€/grammo!

2. Acquistare dal negozio “indipendente” sotto casa

Acquistare dal negozio sotto casa è comodo: scendi le scale, fai quattro passi, e sei arrivato. Vedi il prodotto. Annusi il prodotto. Scelto! Ecco fatto: sono 19€ per un grammo e mezzo. Ma come???

Questo è il problema principale dell’acquisto nei punti vendita. Spesso i prezzi sono esageratamente alti. Nel tempo, possiamo sicuramente coltivare la nostra relazione con il commesso o il proprietario, magari ci concederà uno sconticino, e noi ci fideremo di più della qualità della cannabis light che ci sta vendendo.

Facciamo un passo indietro: non stiamo certamente dicendo che sono tutti disonesti, anzi. Alle volte si trovano piccole botteghe piene d’amore e consigli che tanto ci piacciono, dove è possibile instaurare un rapporto di fiducia e perché no farsi quattro chiacchiere. In questo caso, vai tranquillo, sei nel posto giusto!

Vogliamo comunque darti alcuni consigli a cui attenerti quando acquisti dal negozio sotto casa:

  • Chiedi sempre il luogo di produzione della cannabis light: tutta la produzione della canapa si basa sulla tracciabilità del prodotto. Il negozio quindi deve sapere da chi è stata prodotta la cannabis light o l’olio al CBD che sta vendendo. Tu hai il diritto di chiedere e di sapere quale sia l’azienda produttrice ed il luogo di coltivazione.
  • Fai attenzione all’odore dopo aver acquistato: Se acquisti per la prima volta in un negozio, non hai molti elementi per fidarti o meno. Una valutazione che puoi fare riguarda l’odore della cannabis subito dopo l’acquisto. Spesso, quando apriamo una bustina, sentiamo subito un forte odore pungente, molto intenso, e crediamo che sia naturale. Se dopo poche ore, però, questo odore sparisce del tutto, molto probabilmente erano stati aggiunti terpeni (naturali od artificiali) per aggiungere “odore” a quell’erba, forse perché abbattuta!
  • Evita prodotto molto costosi: Ad oggi, non c’è alcuna ragione pratica per giustificare un prezzo superiore ai 10€/grammo per la cannabis light. Nessuna. Se ti propongono canapa a prezzi da gioielleria, cambia posto.

3. Acquistare dalla grande catena in strada

Alle volte sotto casa non c’è il negozio indipendente. Esistono però tante catene che vendono cannabis light, dalle più nazionali, a quelle vagamente ispirate ad un’improbabile Amsterdam dove però nell’erba non c’è THC. In tutti i casi, non ci sentiamo di consigliarti in alcun modo queste grandi catene: sono spesso franchising, i proprietari del singolo negozio sono obbligati (chi più, chi meno) ad acquistare i prodotti dal marchio, sui quali esiste l’incertezza della garanzia: entrati nel mondo delle grandi quantità, si perde la dimensione locale e artigianale cui la canapa dovrebbe essere legata.

Il canapajo, il dispensario: non c’è posto più lontano da questi esperti del sapere cannabinico se non la grande catena della cannabis light. Stanne alla larga!

4. Acquistare dall’enorme shop online

Peggio della grande catena in strada, c’è solo il grande shop online! Erba sminuzzata, fogliame polverizzato, percentuali dalla dubbia verosomiglianza. Oppure, semplicemente, prodotti consegnati che non rispettano minimamente le foto sul sito: che fare? Niente! Non c’è garanzia di nessun tipo: lasciate ogni speranza, o voi che entrate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *