Cannabis Light nella legge di bilancio: un Natale sfumato? Macchè!

Cannabis Light nella legge di bilancio: un Natale sfumato? Macchè!

Il sub emendamento sulla Cannabis Light inserito nella legge di bilancio 2020, la così detta “manovra”, era un piccolo passo verso la chiarezza. Il testo, redatto dal senatore Matteo Mantero, da sempre voce quasi solitaria a difesa del settore, non faceva nient’altro che aggiungere una piccola tassa, in più rispetto a quelle esistenti, dando al settore in cambio nient’altro che un briciolo di chiarezza in più, rimuovendo quell’ambiguita della legge n. 242/2016 che tanto fa penare agricoltori, trasformatori, commercianti e punti vendita.

In altre parole, tutta la filiera della Canapa!

La Cannabis light ed i suoi derivati sono e saranno sempre legali

Sono molte le richieste pervenute a noi che ci occupiamo di cannabis sativa L. dal 2016. Quindi lavorate ancora? Quindi possiamo comprarla? Cosa cambia adesso?

Vogliamo dirlo a gran voce: adesso non cambia assolutamente niente!

La coltivazione di cannabis sativa L. infatti è e sarà sempre legittima. La proposta di modifica altro non avrebbe fatto che chiarire in via definitiva ed inequivocabile il limite entro cui contenersi per quanto riguarda il THC, pari a 0,5%. Limite che attualmente viene già utilizzato da decenni nella giurisprudenza, ed è stato confermato da praticamente tutte le sentenze all’attivo dal 2016 ad oggi: pertanto, ancora una volta, non cambia niente.

Certo, avrebbe dato maggiore certezza in quei territori dove le forze dell’ordine sono particolarmente zelanti, dove si impegnano a combattere contro mulini a vento alla don Chisciotte, mettendo a processo onesti negozianti che pagano le tasse, rovinando la loro reputazione sui giornali, mentre sotto casa impazza il consumo di cocaina, eroina e droghe sintetiche.

Senza dubbio avrebbe aiutato in questo: del resto, dove manca buonsenso diventa necessario chiarire tutti i passaggi della legge, che se ben scritta può contribuire a generarlo.

Tutelare il consumare: acquistare cannabis light online

L’emendamento non avrebbe risolto però altri problemi del settore, spesso taciuti o difficili da ammettere. Qui ancora siamo nell’alveo del prodotto tecnico, non destinato al consumo umano, sempre per negligenza del legislatore che non ha fissato limiti adeguati negli alimenti, né si è preoccupato di definire altri usi per ciò che ha portato alla ribalta la canapa: le infiorescenze.

Diciamocelo, alla fine è quello che interessa più alle persone.

Buona la pasta, buono il pane ed il panettone. Buoni anche i biscotti alla farina di semi di canapa. Certo! Ma le infiorescenze sono meglio, e chi ha bisogno di un rimedio invece usa olio al CBD, oppure altri estratti.

Da parte nostra, per darvi più garanzie possibili, non possiamo far altro che consigliarvi tre cose:

  1. Acquistate sempre dal produttore. Il produttore è l’unico che sa come viene fatta l’infiorescenza. Il commerciante, spesso, non sa nulla, parla per sentito dire e non conosce il prodotto che vende. Lo diciamo purtroppo per nostra esperienza: sono veramente pochi i commercianti che hanno cognizione di causa e rispettano veramente le infiorescenze che vendono. A loro va il nostro plauso, ma la maggioranza ha pochi scrupoli.
  2. Acquistate online, oppure chiedere al negoziante di rifornirsi presso il vostro produttore preferito. In questo modo avrete il pacco a casa vostra, oppure in caso di bisogno avrete la vostra cannabis light preferita direttamente sotto casa e conoscendo anche il prezzo diretto di vendita, potrete farvi anche un’idea del livello di speculazione esagerato a cui molti cannabis shop sono giunti.
  3. Diffidate da prodotti con livelli di principio attivo esagerati: semplicemente, se vi dicono “CBD 28%” non è vero. Punto. Vi stanno apertamente fregando.

Nel mentre, passate un bel Natale in pieno Relax!

Noi vi auguriamo un Buon Natale virtuale, sperando che lo spirito natalizio sia foriero di buonsenso per tutti: il mondo va in una direzione, quella della legalizzazione. Basterebbe mettersi l’anima in pace. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *