Coronavirus e cannabis: code nei negozi? Acquista online

Coronavirus e cannabis: code nei negozi? Acquista online

Coronavirus e cannabis. Da ormai più di 14 giorni l’Italia è stato di emergenza per contrastare il coronavirus SARS-CoV-2, alla base dell’infezione polmonare nota come COVID-19, che ha scatenato il panico in tutto il mondo per via delle complicazioni gravi che può portare ad alcuni soggetti sensibili, come anziani o persone con patologie pregresse, anche e soprattutto a causa dell’alta capacità di contagio.

La pandemia in atto ha modificato tantissimo le abitudini di tutti gli italiani, prima costretti a muoversi solamente per ragioni lavorative o di prima necessità, poi ancor più limitati dalla chiusura dei principali negozi di beni ritenuti non essenziali: ad oggi, solo poche categorie commerciali possono tenere aperti i propri punti vendita, e la situazione durerà ancora per alcune settimane, se non almeno un altro mese.

Ma come il Coronavirus SARS-CoV-2 ha influenzato il mercato della cannabis light?

Coronavirus e Cannabis light in Italia: aumento delle spedizioni

Per ciò che riguarda l’Italia, il Coronavirus ha portato in prima istanza la chiusura di tutti i punti vendita sul territorio. Ormai nessun growshop o cannabis shop è rimasto aperto, nemmeno nell’orario di sicurezza imposto ad esempio ai negozi alimentari: un vero danno per chi ha un negozio fisico, che ha potuto contare solamente sulle spedizioni dal proprio e-commerce, se esistente.

Noi di Cannapa, d’altra parte, da tempo promuoviamo la filiera corta ed il contatto diretto con il produttore come soluzione sostenibile e resiliente, oltre che trasparente ed onesta nei confronti del consumatore. Del resto, la massima garanzia si ha solamente nel momento in cui si acquista direttamente da chi produce, e niente può battere i vantaggi di questo rapporto paritario fra campi e acquirente, non trovate?

Ci siamo subito informati sulla possibilità di mantenere attive le spedizioni e – buone notizie – questo è possibile! Ancora oggi, in 24/48 potete tranquillamente ricevere i nostri prodotti a casa vostra pagando comodamente in contrassegno al nostro corriere BRT oppure con bonifico anticipato.

Coronavirus e Cannabis light: quali sono le aree escluse

Ad oggi, 26/03/2020, le uniche aree che non possiamo raggiungere sono quelle della provincia di Bergamo e Brescia.

Ecco la lista completa dei cap non raggiungibili.

Inoltre, alcune aree regionali hanno emesso un’ordinanza che dispone il blocco della circolazione da e per:

  • Medicina (BO)
  • Elice (PE)
  • Castiglione Messer Raimondo, Montefino, Arsita, Bisegnti, Castilenti (TE)
  • Riccia (CB)
  • Fondi (LT)
  • Ariano Irpino (AV)
  • Sala Consilina, Caggiano, Polla, Atena Lucana, Auletta (SA)
  • Rogliano e Santo Stefano di Rogliano, San Lucido (CS)
  • Montebello Jonico (RC)
  • Serra San Bruno (VV)
  • Moliterno (PZ)

Quindi non possiamo garantire la consegna per queste aree, perché anche se l’ultimo Decreto Legge ha uniformato i provvedimenti di limitazione sul territorio nazionale, le forze dell’ordine potrebbero comunque decidere di limitare l’accesso ai corrieri per i beni non essenziali.

Coronavirus e Cannabis nei paesi antiproibizionisti

Nei paesi storicamente antipro e negli stati USA in cui la cannabis è stata totalmente legalizzata negli ultimi anni, le amministrazioni hanno dapprima disposto la chiusura di tutti i cannabis shop, dispensari e coffee shop aperti, causando la reazione da parte dei consumatori che si sono organizzati in code chilometriche davanti ai propri dealer di fiducia. Questo comportamento così improvviso ha portato i governanti a fare retrofront, lasciando quindi i dispensari aperti.

Questo ovviamente non è successo in Italia

Nonostante la cannabis sia per molti un bene di prima necessità, per ragioni ricreative o terapeutiche, non è così che viene vista dai nostri governatori. Noi in questo periodo stiamo ricevendo moltissime richieste in più, proprio a causa delle limitate disponibilità locali, che hanno portato molti collezionisti a trovare conforto online.

Coronavirus e Cannabis light: la nostra offerta fino al 3 aprile

Per queste ragioni, tutti i prodotti disponibili sul nostro shop sono scontati del 25% fino al 3 aprile. Vogliamo venirvi incontro, sostenendo tutti voi in questo momento di difficoltà, e possiamo farlo proprio perché crediamo in un modello di distribuzione a filiera corta, sostenibile ed equo per tutti: noi che produciamo dal seme alla raccolta, voi che acquistate dalla vostra abitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *